payoff




Quando gli
eventi della vita ti fanno trovare la tua giusta via…..


sabato 15 dicembre 2012

FOCACCIA DEL SAUDAJI MANTOVANO

A volte mi capita di avere cosi tanta nostalgia di casa , del mio Lago di Garda che pagherei per avere il teletrasporto ed essere li oppure una bacchetta magica per cambiare il passato.. ma questo non si può e per non cadere in  questa sorte di  Saudaji  compenso con piatti della mia tradizione. Quando ero piccola e andavo alle medie ogni mattina passavo dal fornaio o meglio Banni el Furner per prendermi un pezzo di focaccia che noi chiamiamo Kisola.. una merenda veloce , uno spezzafame che si mangia con tutto dai salumi (uhhhh con il salame!!!) al formaggio o in purezza ...
Per una pezzatura da un kg serve:
  • 300 ml di acqua calda
  • 7 gr di lievito di birra secco
  • 250 gr di farina Manitoba
  • 250 gr di farina 0
  • 10 gr di sale
  • 2 cucchiai di olio evo del garda
  • 2 cucchiai di farina di patate
  • 1 cucchiani di malto d'orzo o zucchero
  • sale grosso q.b
Scaldare l'acqua  e unitevi il lievito di birra con lo zucchero e mescolate, aggiungete le farine, il malto d'orzo /zucchero e quando l impasto e ben amalgamato aggiungete il sale. Incordare bene l impasto aggiungendo l'olio.
Stendete su una leccarda l'impasto e lasciate lievitare in un luogo caldo per almeno 3 ore. una volta lievitato affondate i polpastrelli nell' impasto creando una serie di piccoli crateri sui quali spruzzerete un po' di acqua,  olio e sale grosso. Lasciate ancora una mezz'oretta a lievitare il tempo che servirà per scaldare il forno a 180°. Informare per 20 minuti stando bene attenti che non si secchi troppo... che bontà gente

PANDORLATO

Di notte non si dorme  un po' per il nervo sciatico, un po' perchè il piccolo scalcia ma sopratutto perchè inizio ad essere un agitata per l avvicinarsi del parto.
Cosi per ammazzare il tempo non posso fare altro che cucinare.. Dopo il pandoro al cioccolato , il panettone, riusciti a meravigli, ho provato una ricetta di Morena  pubblicata sul sito Menta & Cioccolato che lo trovo il giusto compromesso tra me e mio marito che abbiamo gusti diversi .

 La preparazione è molto semplice e non ti impegna molto tempo. Partiamo da cosa serve:
  • 320 gr di farina  Manitoba   
  • 80 gr di latte intero tiepido
  • 90 gr di zucchero 
  • 110 gr di burro (di cui 40 fuso e freddo e 70 morbido)
  • 180 gr di uova (3 medie)
  • 7 gr di lievito di birra tipo Mastro Fornaio
  • 5 gr di sale
  • 2 cucchiai di Spuma D'oro
  • 2 cucchiai di Rum
  • 1 cucchiaio di miele
  • q.b. farina di mandorle
Ore 19.00
 Preparare il lievitino mescolando il latte tiepido con il lievito, il miele e 70 gr di farina, coprire la ciotola con della pellicola e lasciare lievitare  finché si gonfia.
Ore 20.00
Unire gli albumi, la farina ed avviamo la planetaria   a bassa velocità.
Unire il sale, il liquore ed impastare a velocità un po' più sostenuta sino a quando l impasto non sarà ben incordato.
Tornare a bassa velocità unire 1 tuorlo ed incordare, un'altro tuorlo, metà zucchero ed incordare.
Aggiungere l'ultimo tuorlo ed il resto dello zucchero. portare di nuovo ad incordatura.
L'impasto sarà molto molle, ma l'importante è che sia incordato.
A questo punto versare un cucchiaino alla volta il burro fuso, quindi aumentare ancora un po' la velocità. Incordare sino a quando l'impasto sarà liscio e lucido.
Passare l'impasto in una ciotola, sigillarla con della pellicola e lasciare lievitare a temperatura ambiente per circa un'ora o almeno il tempo che comincia a crescere.
Riporre in frigo ad una temperatura sino alla mattina successiva
Tirare fuori dal frigo e lasciare a temperatura ambiente. Dopo un oretta trasferitelo nello stampo. Riscaldate il micronde per 10 minuti  e al termine lasciate lievitare in questo ambiente caldo e lasciatelo sino a quando non sarà lievitato . Può essere che nel passaggio pirofila-stampo abbia perso volume.
Al momento di infornare con una lametta bagnata fare una croce (io l'ho fatta doppia quindi 8 spicchi), pennellare con albume, cospargere di farina di mandorle .
Infornare a 180° per circa 30 minuti mettendo un foglio di alluminio sopra nel momento che coloriva troppo..Sfornare e lasciare raffreddare su una gratella.
Semplicemente deliziosoooooo... e poi che Natale sarebbe senza i lievitati dolci? 

domenica 9 dicembre 2012

PANETTONE CON IL LIEVITO DI BIRRA

Quando si fa piano piano e con tanto amore ogni cosa viene bene... Voi lo sapete  le mani in pasta   mi rilassano e in questo periodo di tensione visto che ci avviciniamo alla data del parto ne ho veramente bisogno .. Dopo il successo del pandoro al cioccolato per mio marito, ho deciso di soddisfare anche le mie esigenze e si sà mai deludere una donna incinta. Ho cercato parecchie ricette ma l'unica che mi ha veramente colpito, forse perchè conosco la maestra di cucina  e vista la fiducia che mi danno le sue ricette,  ho deciso di adottare il suo Panettone che trovate sul seguente link:

 
Ringrazio ufficialmente Morena .. e non solo io lo faccio anche tutti i commensali che hanno molto apprezzato.
 
Ecco la mia creazione...
 
 

PANDORO AL CIOCCOLATO

Un altro Natale sta arrivando.. quest'anno è ancora piu' speciale perchè il destino ha deciso di donarmi un nuovo amore che nascerà il prossimo febbraio..
Ma nonostante la pancia sempre più grande e Linda da seguire cerco sempre di trovare degli spazi per me e per la mia passione.... le mani in pasta!
Visto il successo dell 'anno scorso ho deciso di rimettermi in pista con una variante al cioccolato del pandoro.
La preparazione del pandoro è molto laboriosa e dovete avere molta pazienza e metterci tanto amore altrimenti il risultato sarà deludente.

Gli ingredienti sono i seguenti:
  • Burro ( quello tedesco) 170 gr
  • Farina Manitoba 450 gr
  • Latte 60 ml più tre cucchiai
  • Lievito di birra 18 gr
  • Sale 1 cucchiaino
  • Uova 3 intere e un tuorlo
  • Vaniglia i semini di 1 bacca
  • Zucchero 125 gr più un cucchiaio
  • 150 chicche di cioccolata fondente
Pronti per l' avventura? ok iniziamo....
La preparazione della ricetta del pandoro inizia con il lievitino, che si fa sciogliendo 15 gr di lievito di birra in 60 ml di latte tiepido, unite un cucchiaio di zucchero, un  tuorlo,  50 gr di farina e impastate per amalgamare bene.  Coprite questo primo impasto e fate lievitare sino al raddoppio che durerà circa un'ora. Quando il volume dell'impasto sarà raddoppiato, fate sciogliere in tre cucchiai di latte caldo 3 gr di lievito di birra e versatelo al composto, aggiungete i 100 gr di zucchero , un uovo. Amalgamate il tutto e completate con  200 gr di farina .Unite poi 30 gr di burro a temperatura ambiente  e impastate fino a che non si sarà amalgamato all'impasto, ottenendo così un composto liscio. Coprite e fate raddoppiare il volume in luogo tiepido, ci vorrà circa un'ora . Procedete poi con il secondo impasto inserendo nel composto altri 200 gr farina, le uova , lo zucchero (25 gr), sale, i semi prelevati dalla bacca di vaniglia e impastate di nuovo. Schiacciate l'impasto, ripiegatelo su se stesso e mettetelo in una ciotola unta con il burro e fate lievitare ancora fino al raddoppio . Poi mettete l'impasto a riposare in frigo per 8/12 ore.
Trascorso il tempo in frigorifero, rovesciate la pasta sul tavolo, tiratela con un mattarello formando un quadrato , distribuite al centro 140 gr di burro ammorbidito , portate i quattro angoli del quadrato al centro in modo da richiudere la sfoglia.
Importante a questo punto è quello di richiudere bene i bordi della sfoglia in modo che il burro non fuoriesca , spianare delicatamente in un rettangolo  ,  e piegate in 3  e far riposare per 15-20 minuti in frigorifero. Ripiegate nello stesso modo e far riposare in frigorifero per altri 15-20 minuti.
Spianate, ripiegate di nuovo e fate riposare in frigorifero per altri 15-20 minuti. Ogni volta che mettete l'impasto in frigorifero  potete riporlo in un sacchetto di plastica per alimenti in modo che non prenda altri odori . Dopo l'ultimo riposo stendete l'impasto un' ultima volta, ripiegate i bordi verso il centro e procedete formando una palla rigirando i bordi verso l'interno. Quando la palla sarà formata  ungetevi le mani con il burro  e ruotate l'impasto sul tavolo arrotondando ancora l'impasto.
Se volete fare la variante al cioccolato come da mia proposta , potete aggiungere le chicche ad ogni piega schiacciando bene con il matterello prima di ripiegare a tre.
Quindi imburrate un apposito stampo per pandoro alto 20 cm, di circa 3 litri di capacità e spennellatelo con il burro . Inserite l'impasto all'interno dello stampo imburrato, coprite lo stampo e lasciate lievitare finché la cupola uscirà dal bordo. Mettete su una teglia da forno posta nella parte inferiore una ciotolina d'acqua e infornate il pandoro facendolo cuocere in forno statico già caldo a 170 gradi per 15 minuti, poi abbassate a 160 gradi e lasciate cuocere per altri 50 minuti circa. Prima di sfornare il pandoro regolatevi per la cottura facendo la prova stecchino: pungete il pandoro se lo stecchino rimane umido lasciatelo ancora cuocere altrimenti sfornate il pandoro e lasciatelo raffreddare. Poi sformate il pandoro e cospargetelo con lo zucchero vanigliato.  

venerdì 23 novembre 2012

STROZZAPRETI AL SAPORE MANTOVANO


Diciamola tutta la morte della zucca e con la salsiccia e il gusto dell' amaretto fa si che ogni piatto diventi un tripudio di gusti.. cosi per onorare questi ingredienti tipici mantovani ho pensato a questa ricetta sfiziosa.
Pulite 500 gr di zucca e tagliatela a fettine sottili e con una noce di burro  cuocetela sino a quando non sarà morbida. Aggiustate di sale e insaporite con una buona dose di noce moscata. Tocco magico e di sapore sta nel versare mezzo bicchiere di liquore all'amaretto. Lasciate evaporare l 'alcool e spegnete.
Pulite 4 salsicce mantovane togliendo la pelle e sbriciolatele. Mettete in padella antiaderente e cucinatele cercando di briciolare bene l impasto. Vi consiglio di aggiungere un po di pepe nero.
Adesso che il condimento è pronto , cuocete la pasta che volete in abbondante acqua salata.
Unire la zucca e la salsiccia, mescolate e una volta che la pasta è cotta aggiungete al condimento con un po di acqua di cottura e per finire burro fuso e salvia e una buona manciata di parmigiano.... et voilà......

TORTA SOFFICE AL LIMONE

RUCCOLO POTENTINO

POMODORI AL RISO

Uhhh che buoni... mamma mia .. questo il commento di mio marito che come al solito mi fa da cavia... Era un po che volevo farli e un giorno presa dallo slancio ho comperato gli ingredienti e mi sono messa all'opera. E' un piatto estivo di grande successo.. buono sia caldo che freddo.... I  pomodori ripieni sono un piatto semplicissimo da preparare e di sicuro effetto; sono la soluzione ideale che è possibile prepararli in anticipo e infornarli quando serve!
Ingredienti per 12 pomodori ripieni:
·        Aglio 1 spicchio
·        Basilico 10 foglie
·        Olio extravergine di oliva q.b.
·        Parmigiano Reggiano grattugiato 40 gr
·        Pecorino grattugiato 40 gr
·        Pepe q.b.
·        Pomodori ramati da circa 200 gr l'uno, 12
·        Prezzemolo tritato 2 cucchiai
·        Riso vialone nano 320 gr
·        Sale q.b.
·        Scamorza (provola)120 gr

Preparazione
Per preparare i pomodori ripieni lavate e asciugate i pomodori, poi tagliate loro le calotte e tenetele da parte . Con un coltellino tagliate il perimetro interno del pomodoro e poi servendovi di un cucchiaio, scavate ed eliminate tutto il contenuto dei pomodori che riverserete in una ciotola e frullerete.   Mettete in una padella due cucchiai di olio e uno spicchio di aglio schiacciato, io non l’ho messo ma la ricetta lo prevede, quindi fatelo dorare e poi aggiungete il composto frullato di pomodori. Fate asciugare e addensare il tutto e poi, prima di spegnere il fuoco, salate, pepate e aggiungete il prezzemolo e il basilico tritati .
Lessate il riso in abbondante acqua salata e scolatelo ancora molto molto al dente, quindi versatelo dentro ad una ciotola dove aggiungerete il composto di pomodoro e i formaggi grattugiati, quindi  pepate e mescolate per bene.
Riempite ogni pomodoro con un cucchiaio di ripieno; tagliate quindi la provola in 12 dadi del peso di circa 10 gr l’uno e infilate ogni dado nel centro dei pomodori ripieni di riso ; ricoprite con altro riso e ponete i pomodori ripieni in una teglia dal fondo leggermente oliato e coprite con le calotte del pomodoro che avevate tagliato in precedenza, lasciando una parte scoperta e infornate in forno già caldo a 180° per almeno 40 minuti Quando i pomodori avranno la superficie ben dorata (se non lo fosse accendete per qualche minuto il grill del forno) estraete i pomodori e  servite i vostri pomodori ripieni!
 ....... buon appetito


POLLO ALLA DIAVOLA

PIZZA DEL RECICLO

PIADINA ROOOSSAAA

PANZEROTTO AL FORNO

PANE CON LIEVITO MADRE

MERINGATA AL CIOCCO

FUSILLI SAPORITI

FUSILLI SAPORITI

GNOCCHETTI SARDI AL SALMONE

TORTELLI DI ZUCCA

DIPLOMATICA ALLE FRAGOLE


CROISSANTES


BISCOTTI GIRELLE

BISCOTTINI ALLA VANIGLIA

BABA' AL LIMONE

TORTA DELLE ROSE

sabato 9 giugno 2012

TORTA DEL SOGNO CUBANO

Ormai è passato molto tempo da quando sono andata ai Caraibi .. a Cuba con precisione... era il mio viaggio di nozze vale a dire aprile 2006. Da allora ho solo sognato ..il caldo, le spiagge, il mare di Cayo Largo..e per dirla tutta anche il loro adorato Mojito. Bello fresco con un sapore inteso di menta fresca.... mamma mia.. Visto che mi è rimasto solo il ricordo e visto il momento,  non penso che  tornerò a breve.. cosi ho pensato che potevo preparare una torta al Mojito.. Ho cercato parecchio sul web uno spunto e ho trovato  una ricetta che solo a leggerla mi è venuta voglia di prepararla... una corsa al supermercato per comprare panna e lime e si inzia... Ringrazio il maestro pasticcere Pablo Miravalles  che mi ha illuminato :
Cosa serve per una torta da 14 persone:
1. tortino base
  • 5 uova
  • 125 gr. di zucchero
  • 125 gr. di farina 00

2. copertura di cioccolato bianco
  • 250 gr. di latte
  • 600 gr. di cioccolato bianco
  • 4 fogli di gelatina
  • scorza di mezzo limone
3. mousse mojito
  • 750 gr. panna
  • 150 gr. zucchero
  • 4+1/2 fogli di gelatina
  • 200 gr. mojito : 1+1/2 lime, 2 cucchiai zucc. di canna, 1 pugno di menta, rum cubano a volontà, soda
Come si fa: 
Le consistenze che lo compongono sono tre: tortino base bagnato al ron, mousse al mojito e copertura di cioccolato bianco con scorza di limone.
Iniziamo col tortino base: montate bene le uova intere con lo zucchero e incorporate la farina setacciata per ultimo. Stendete il tutto in una teglia con carta da forno formando uno strato alto mezzo dito circa. Infornate a forno caldo per 5 min. a 200 gradi.
Per la mousse: Preparate un buon mojito drink, senza ghiaccio, con la lime pestato assieme allo zucchero di canna, la menta, il run e la soda . Mettete le foglie di gelatina ( 4,5 ) in acqua per 20 min. minimo. Una volta pronta, scaldate 100 gr. di panna ( senza raggiungere l’ebollizione ) e scioglieteci la gelatina strizzata. Montate il resto della panna con lo zucchero. A questo punto dovete incorporare i 200 gr. di mojito (scolato) alla panna. Però attenzione! l’alcol tende a smontare la panna. Quindi invece di incorporarlo direttamente alla panna montata, , prendete un buona cucchiaiata della panna e incorporatela al mojito. Mischiate bene, aggiungete la gelatina sciolta e a questo punto versate il tutto al resto della panna montata, mischiando in senso rotatorio dal basso verso l’alto facendo attenzione a non smontare il tutto. Lasciate la mousse in frigo per 30 minuti .
Per la copertura di cioccolato: Idratate le 4 foglie di gelatina in acqua  come quelle della mousse. In un recipiente a bagnomaria sciogliete il cioccolato e il latte assieme. Aggiungeteci la scorza di un limone in pezzi ( non grattuggiata ). Girate con una frusta e quando il tutto si è legato e a raggiunto una consistenza cremosa, aggiungeteci la gelatina strizzata e continuate a girare qualche secondo. Appartate la copertura dal bagnomaria e lasciatela riposare.
Per il montaggio: munitevi di uno stampino di circa 40 cm  e alto circa 5 cm.. Ritagliate 2 pezzi del tortino base pari allo stampino.
Prendete il primo pezzo e bagnatelo a pennello con dello sciroppo al rum ( 100 gr. di zucchero sciolti con 100 ml d’acqua e 2 shot di rum alla fine ). Il tutto dentro lo stampo. Aggiungete metà della mousse per formare il secondo strato. Ripete il tutto per formare il terzo e il quarto strato. Assicuratevi che l’ultimo strato sia ben piatto con l’aiuto di una spatola. Congelate il tutto e quando solido, versateci uno strato di copertura di cioccolato. Mettete la torta in frigo e dopo 30 min. ripetere uno strato di copertura e così via per 3 volte in totale. Lasciate riposare in freezer pe una notte e un paio di orette prima di servirla lasciatele in frigorifero...
 
Dopo un pasto abbondante... rilassetevi e fustatevi una fetta di torta.. chiudete gli occhi e sentirete una musica caraibica e le onde del mare........ Hasta la proxima  amigos
 

mercoledì 9 maggio 2012

LE CIPOLLE DI GRACE

Oggi ho pensato di proporvi un piatto che mi ha insegnato mia suocera Grazia o Grace Gazzella come dice Lei.
Quando arriva l'estate arrivano anche le cipolle al forno e tutti in famiglia siamo molto felici perchè sappiamo che alla domenica assieme alla pasta con le polpette Grazia ci delizia il palato con questo piatto che nonostante  sia un contorno  noi lo mangiamo come antipasto ... nessuno resiste e se non stai attento sparisce anche la tua porzione dal  piatto... Gente voi non avete idea di quanto sono buone.. io dico sempre che le metto al secondo posto della mia scala del gusto ... il primo posto è sempre e solo per i TORTELLI DI ZUCCA mi spiace ma è come il cibo degli Dei!! 
Allora vediamo assieme cosa dice la ricetta originale!!!!
Ingredienti:
- 1 kg di cipolle bianche piatte quelle estive per intenderci
- 2 foglie di alloro fresco
- acqua q.b
- sale q.b
- origano abbondantissimo
- 1/2 biccherie di aceto bianco

Si cucinano cosi... Pulite le cipolle togliendo le radici esterne e mettete in una pentola possibilmente antiaderente.Versate l'acqua sino a coprirle, aggiungendo il sale e l'alloro fresco. Fate bollire a lungo sino a quando l'acqua non si sarà quasi assorbita, a questo punto sfumate con l'aceto bianco e lasciate asciugare completamente. Accendere il forno a 180° ventilato. Trasferire le cipolle in una teglia e spolverate con abbondante origano. Lasciate cuocere sino a quando le cipolle saranno quasi caramellate .....Le nostre cipolle lasceranno un sughetto che sarà impossibile resistere e la scarpetta è obbligatoria....

venerdì 27 aprile 2012

risotto al luppolo su cialda di noci

Oggi ho fatto una bella passeggiata con Linda nei campi e assieme abbiamo raccolto il luppolo nonchè Bruscandoli in Veneto nonchè Luartis nella mia madre patria: ASOLA !!!!

Siccome pensavo ad un risotto con un tocco in più ho pensato di arricchirlo con cialde di grana e noci.. ecco come si fa:

Ingredienti per 4 persone

- 300 gr di riso carnaroli
- 1 lt di brodo di carne
- 1/2 cipolla
- 300 gr di grana grattuggiato
- 50 gr di gherigli di noci
- un mazzetto di luppolo tritato fine
- mezzo bicchiere di vino bianco
- 60 gr di burro
- pepe

Tritate finemente la cipolla e fatela appassire con metà burro, aggiungete il luppolo tritato fine . Aggiungete il riso e sfumate con il vino bianco. Continuate la cottura del risotto  aggiungendo il brodo caldo.
Per preparare le cialde, scaldate una padella antiaderente e versate un po di grana grattuggiato ( possibilmente in un coppa-pasta ) e sopra le noci tritate. Quando il formaggio sarà sciolto ritirate dal fuoco la padella , attendete un attimo e con l aiuto di una leccapentola staccate la cialde e disponetela su un bicchiere rovesciato in modo da formare una coppetta.
Terminata la cottura del risotto mantecate con il burro e il formaggio rimasto.
Impiattate mettendo buona parte del risotto della cialda e guarnite con fiori di timo......

Vedete si trova sempre in campagna qualcosa di buono per fare un piatto simpatico

giovedì 12 aprile 2012

ASPARAGI IN MANTO DI VITELLO SU INSALATA ALL'AGRO

Ciao a tutti, è stagione di asparagi e partecipando ad un corso presso la scuola di cucina PECCATI DI GOLA di Mestre ho imparato questa ricetta niente male e che voglio proporvi.. è veramente sfiziosa e d'impatto.. facile facile e veloce... i vs ospiti saranno sorpresi... I fiori non sono solo bellissimi ma anche gustosi... fidatevi

INGREDIENTI: 2 mazzi di asparagi verdi, 350gr vitello magro macinato,140g pane raffermo,170 gr latte,25gr grana, 10  uova di quaglia ,250 gr misticanza,2 limoni, farina q.b, fiori eduli, prezzemolo, erba cipollina, timo, basilico, rosmarino, sale e pepe, grissini, Olio extra vergine d’oliva
 PREPARAZIONE
Pelate gli asparagi e togliete la parte più dura finale e pareggiateli togliendo le punte che le lesserete e in seguito metterete in acqua e ghiaccio. Con un pelapatate sbucciate i limoni e tagliate a Julienne fine e scottate per alcuni minuti il tutto e per 3 volte cambiando ogni volta l acqua.
Ammollate il pane nel latte e mettetelo nel mixer con il vitello, grana, 4  uova e le erbe aromatiche tritate.
Aggiustate di sale e pepe e mettete nella sàc à poche con un beccuccio sufficientemente largo da far passare gli asparagi. Successivamente inserire nella sacca l’asparago e con una pressione estraete il gambo che uscirà ricoperto di ripieno.
Passate nella farina, poi nelle restanti uova e alla fine impanate nei grissini spezzettati e friggete in abbondante Olio Extra vergine d’oliva .
Condite la misticanza con olio d’oliva fruttato , il succo di limone, salate e pepate . Disponete nel piatto aggiungendo le punte di asparagi lessate, la julienne di limone, i fiori eduli e tutt’attorno disponete gli asparagi fritti…
Buon appettitooo!!!

lunedì 19 marzo 2012

ORECCHIETTE CON CARCIOFI , CAPPERI E OLIVE

Ingredienti

·         Acciughe (alici) 6 filetti

·         Aglio 2 spicchi

·         Capperi sotto sale 1 cucchiaio

·         Carciofi 6

·         Olio extravergine 4 cucchiai

·         Olive taggiasche 2 cucchiai

·         Pepe q.b.

·         Prezzemolo q.b.

·         Orecchiette 400 gr

·         Sale q.b.

  Preparazione

Per prima cosa mondate e tagliate  i carciofi  , quindi riduceteli a listarelle   e metteteli in una padella capiente insieme all’olio d’oliva e agli spicchi d’aglio  che potrete lasciare interi oppure tritare, come preferite. Mentre i carciofi si dorano, sminuzzate i capperi (che avrete precedentemente dissalato sotto l'acqua corrente) e le acciughe .
Unitele poi ai carciofi insieme ai due cucchiai di olive taggiasche . Fate cuocere il tutto per 10 minuti e poi a fine cottura aggiungete un’abbondante manciata di prezzemolo tritato, quindi salate e pepate a piacere . Nel frattempo lessate le orecchiette  in acqua salata e quando saranno cotti, scolateli avendo l'accortezza di tenere da parte un paio di mestoli di acqua di cottura. Fate saltare i rigatoni in padella  insieme al sugo e se la pasta dovesse risultare troppo asciutta unite l'acqua di cottura tenuta da parte. Servite le orecchiette  con carciofi, capperi e olive spolverizzando il piatto con una manciata di prezzemolo fresco e a piacere con del formaggio grattugiato.

BAVARESE AL CIOCCOLATO BIANCO CON FRAGOLE E LAMPONI

INGREDIENTI PER LA BAVARESE

·         Cioccolato  bianco 100 gr

·         Colla di pesce e fogli ( gr 6)

·         Latte  fresco 300 ml

·         Panna fresca 300 ml

·         Uova 3 tuorli

·         Vaniglia 1 baccello

·         Zucchero 50 gr



INGREDIENDI PER LA GUARNIZIONE

·         Una confezione di fragole

·         Una confezione di lamponi

·         2 cucchiai di zucchero

·         Tortagel mezza bustina



Preparazione



In una ciotola contenente acqua fredda, mettete in ammollo i tre fogli di gelatina  fino a quando diventeranno completamente morbidi. Nel frattempo versate il latte in un pentolino, aggiungete la stecca di vaniglia  e portate lentamente a sfiorare il bollore.

Sgusciate le uova e ponete i tuorli in una ciotola assieme allo zucchero ; sbattete gli ingredienti  con uno battitore elettrico fino a che il composto risulterà chiaro, gonfio e spumoso. Quando il latte bollirà, toglietelo dal fuoco, eliminate la bacca di vaniglia e versatelo a filo nel composto di uova e zucchero mescolando.

Tritate il cioccolato bianco. Versate il composto ottenuto nel pentolino in cui avete bollito il latte e cuocete a fuoco basso mescolando fino a che la crema non si addensa; filtrate poi la crema con un colino a maglie fitte. Aggiungete alla crema calda i fogli di gelatina strizzati  e mescolate per scioglierli bene, quindi unite il cioccolato tritato  e mescolate fino al completo scioglimento dello stesso e lasciate intiepidire il tutto.


Montate la panna  e quando il composto sarà freddo unitela delicatamente incorporandola con una spatola  praticando un movimento che va dall’alto verso il basso. Mettete il composto per circa 20 minuti in congelatore.

 Preparate la salsa alle fragole e lamponi frullando con un qualche cucchiaio di acqua e 2 cucchiai di zucchero  .Tenetene da parte un po’ per la guarnizione.  Mettete sul fuoco aggiungendo mezza bustina di Tortagel sino a quando non inizia ad addensarsi. Togliete dal congelatore la crema di cioccolato e e versateci sopra la salsa di frutta e guarnite a piacimento. Conservare in frigorifero  per almeno 2 ore. Personalmente ho fatto una base di corn-flakes ricoperti di cioccolato bianco sul fondo della tortiera e il risultato è ancor più.

Fondamentale l ‘utilizzo di un tortiera a cerniera!!!!







sabato 11 febbraio 2012

TORTA ARLECCHINO

La torta arlecchino è un dolce molto colorato che piacerà sicuramente ai  bambini.

Ingredienti per la torta:
Arance scorza di 1 arancia
Burro temperatura ambiente 140 gr
Coloranti alimentari una punta di cucchiaio per colore
Farina 300 gr
Fecola di patate 100 gr
Latte 100 ml
Lievito chimico in polvere 1 bustina
Limoni scorza intiera
Uova medie 4
Stecca di vaniglia
 Zucchero 220 gr
per guarnire
Zucchero a velo q.b.

Preparazione
Per preparare la torte arlecchino unite in una ciotola lo zucchero e il burro ammorbidito  e passateli con uno sbattitore elettrico. Aggiungete le uova intere a temperatura ambiente una ad una fino a che assumeranno una consistenza cremosa .
Sempre mescolando, aggiungete la scorza del limone e dell’arancia  e mescolate. Aggiungete quindi la farina , il lievito e la fecola di patate   e mescolate bene. In seguito versate il latte a temperatura ambiente nell’impasto. Aprite la vaniglia e recuperate i semini all’interno e unite al tutto il composto.
Ripartite l’impasto ottenuto in parti uguali in quattro ciotole; lasciatene una con l’impasto naturale e nelle altre tre aggiungete una punta di colorante per alimenti di colore diverso, preferibilmente in polvere o in gel . Utilizzate ad esempio il colorante rosso, blu e giallo e mischiate insieme le polveri per ottenere colori diversi. Imburrate e infarinate una tortiera e  riponete un cucchiaio di impasto al centro , poi sovrapponete un altro cucchiaio di impasto di un altro colore  sopra il primo, poi un altro ancora e procedete disponendo una cucchiaiata di impasto sopra l'altro fino a terminare gli impasti colorati. Man mano che si procede con i colori l’impasto si allargherà , andando a ricoprire tutto il diametro della tortiera . Infornare , forno statico a 180° per 60 minuti, fino a quando, introducendo uno stecchino, questi non risulterà asciutto. Fate raffreddare la torta, toglietela dallo stampo e cospargetela con una spolverata di zucchero a velo.  

sabato 4 febbraio 2012

RED VELVET ALLE FRAGOLE

La Red Velvet Cake è una torta americana che ha la particolarità di avere il suo interno rosso brillante che fa contrasto con la farcitura e la copertura fatta da una cremosa glassa bianca. Era da tempo che volevo farla e stuzzicata da una puntata del Boss delle torte ho deciso di trovare la ricetta originale. Non mangiavo una torta così buona da non so quanto tempo e ho fatto faville tra chi era presente alla preparazione e chi l’ha assaggiata.
Ingredienti per 2 stampi da 22cm:
250 gr di farina 00
1/2 cucchiaino di sale
120 gr di yogurt bianco
120 ml di latte
1 cucchiaio di colorante alimentare rosso in gel
110 gr di burro
250 gr di zucchero
1 vanillina
2 uova
1 cucchiaino di bicarbonato
2 cucchiaini di aceto

Ingredienti per farcia e copertura:
225 gr di philadelphia
225 gr di mascarpone o ricotta
115 gr di zucchero a velo vanigliato
350 ml di panna per dolci
500 gr fragole fresche

Tempo di preparazione: 45 min
Tempo di cottura: 25 min
Tempo totale: 1 ora 10 min

 Procedimento:
Preriscaldate il forno a 180° e imburrate ed infarinate i due stampi.
In una terrina mescolate la farina setacciata insieme ad un pizzico di sale e mettere da parte.
In un’altra terrina mescolate il latte insieme allo yogurt e al colorante alimentare. Più ne mettete di colorane maggiore sarà l’intensita finale. Io ne ho messo circa 6 cucchiai .
In un’altra più grande mettete i burro a pezzetti ammorbidito  con lo zucchero.
Lavorare il burro e lo zucchero fino a renderlo leggero e spumoso.  Aggiungere le uova, una alla volta, amalgamando bene l’una prima di aggiungere l’altra.
Infine aggiungere l’estratto di vaniglia e mescolare fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.
Aggiungete in tre volte, in maniera alternata, la farina e il composto rosso alla crema di burro.
In una tazzina unire l’aceto e il bicarbonato e lasciare che la miscela frizzi
Incorporate rapidamente all’impasto della torta e lavorate velocemente.
Dividere l’impasto uniformemente tra le 2 tortiere, livellare il più possibile e infornate.
Cuocere in forno preriscaldato per circa 25 minuti, o fino a quando uno stuzzicadenti inserito nel centro della torta ne esca pulito.
Far intiepidire i dolci quindi capovolgerli su una gratella e farli raffreddare completamente. L’ideale sarebbe preparare la base della torta la sera prima o comunque qualche ora prima e pii assemblarla successivamente.
Prepariamo ora la farcia della Velvet Cake
In una terrina lavorare i formaggi insieme allo zucchero a velo fino ad ottenere una crema liscia.
Incorporare quindi la panna, montata precedentemente, e mescolate delicatamente fino a quando la glassa sarà liscia e omogenea.
Assembliamo ora la red velvet Cake:
Con un coltello seghettato, tagliare orizzontalmente ogni torta a metà. Otterrete quindi quattro strati di torta. Posizionare uno dei livelli della torta, su un piatto di portata e stendere uno strato di glassa e le fragole a pezzetti
Posizionare un altro strato di torta sopra la glassa e continuano ad alternare uno strato di torta e uno di crema e fragole
Una volta posizionato l’ultimo strato della torta, esercitare una leggera pressione affinchè la farcia si distribuisca in maniera omogenea.
Ricoprire la superficie e i lati della Red Velvet Cake con la crema e guarnire.
Lasciar riposare la Red velvet cake in frigo per almeno 2 ore prima ti tagliarla a fette e servirla

lunedì 30 gennaio 2012

ZUPPA INGLESE

La zuppa inglese è un dolce al cucchiaio molto semplice e veloce e di sicuro successo!!!
INGREDIENTI
-        Savoiardi :  circa 40
-        Crema pasticcera ( dose di mezzo litro di latte)
-        Crema pasticcera al cioccolato ( fatta con 100 gr di cioccolato fondente)
-        Gocce di cioccolata
-        Alchermes 100 ml
-        Zucchero 100 gr
-       

Preparazione

Preparate una crema pasticcera classica   e  una di pari quantità aggiungendo il cioccolato fondente sciolto a bagnomaria . Lasciatele raffreddare.  
In un pentolino fate uno sciroppo facendo disciogliere lo zucchero nell'acqua e aggiungete poi l'alchermes rosso  e   lasciate raffreddare. Ricoprite di pellicola una ciotola e  con un pennello da cucina ricoprite leggermente  tutta la superfice. Una volta fredda la bagna  inzuppate i savoiardi    e fate strati di crema con gocce di cioccolato, savoiardi inzuppati, crema al cioccolato.
A chi piace potete aggiungere della frutta candita !!
Buon appetito